Come liberarsi dai pensieri negativi!

Tutti conoscete il detto Pensa prima di parlare. Certe volte però pensate talmente tanto che rischiate di paralizzarvi. Pensare in modo eccessivo può impedirvi di prendere una qualsiasi decisione e di fare una qualsiasi azione. Scoprite come evitare di procurarvi inutili ansie e come imparare ad agire quando è giunto il momento di farlo.

Imparate a riconoscere quando pensare diventa “pensare troppo”.

Pensare è un’azione necessaria alla vostra sopravvivenza. Può essere difficile quindi stabilire con esattezza quando state oltrepassando il limite. In ogni caso, ci sono molti segnali che potreste individuare come allarme quando vi capita di pensare troppo.

ruminazione-mentale

Se vi sembra di non riuscire a capire quando è il momento giusto per smettere di pensare probabilmente avrete bisogno di imparare a lasciare andare i vostri pensieri. Immaginate che pensare sia come respirare, un’azione che compite continuamente senza nemmeno che ve ne rendete conto. Al momento opportuno però ognuno di voi può scegliere di interrompere il proprio respiro, allo stesso modo la meditazione vi insegnerà ad interrompere il flusso dei vostri pensieri. L’importanza della Meditazione

Cominciate a fare esercizio fisico. La corsa o anche camminare con un andamento veloce può aiutarvi a tenere lontana la vostra mente dai pensieri fastidiosi e a concentrarvi sul vostro corpo. Partecipando a qualcosa attiva come per esempio sedute di sollevamenti pesi, zumba, ballo, terrete il vostro corpo talmente impegnato da non avere nemmeno il tempo di pensare a nient’altro.

svaghi

Liberatevi di ogni pensiero ad alta voce, anche se state parlando a voi stessi, è la fase iniziale del processo del lasciarsi andare. Camminate se ne sentite la necessità. Dopo che avete lasciato uscire le vostre idee, avrete dato inizio al processo di abbandono, che le immetterà nel mondo allontanandole dai vostri pensieri.

Impostate un momento specifico della vostra giornata per pensare, potrebbe sembrare un’idea bizzarra, ma prendervi ogni giorno un momento per preoccuparvi, fantasticare, sognare, e perdervi nei vostri pensieri può aiutarvi ad avere il controllo in modo produttivo. Se ne sentite la necessità, concedetevi un’ora al giorno. Poi provate a diminuire il tempo a mezz’ora. Se durante il resto della giornata sentite sorgere un pensiero pesante o negativo, in un momento anche sbagliato, lasciatelo andare e ripetete a voi stessi che ve ne preoccuperete più tardi. Dedicando qualche altro minuto.

OTTIMO LIBRO SULL’ARGOMENTO CLICCA QUI PER AVERLO

Cercate di avere un legame con i vostri pensieri. Con la vostra mente. Fategli domande? Cercate di scavare per capire il motivo, il perché sta sorgendo questo pensiero. Io per esempio, parlo con la mia mente. Appena sento salire pensieri non produttivi, comincio a dire” aspetta, ma per quale motivo mi fai pensare a questo? Io non vedo il motivo di tanta preoccupazione che mi fai notare. O di questi ricordi che vuoi farmi rivedere.”

A questo punto, come mia abitudine, afferro le mie cuffie, e ascolto la mia solita canzone che mi motiva e innaffia la parte spirituale. Perché la nostra mente è come un terreno con dei semi, che sono i pensieri, e ogni tanto secca. Quindi ha bisogno di un po d’acqua. E la mia acqua è questa canzone. Che tengo personalmente per me. Che annaffia la mia mente, e mi fa ritornare consapevole del mio potere mentale. Fatelo anche voi.

Trovate una canzone che vi motiva cosi tanto, che quando la ascoltate cambia tutta la vostra prospettiva. E un grande tocca sana. Ve lo garantisco….

pensieri-buoni

Rispondi