La Vostra Anima Ottimista

 

Essere ottimisti non implica dover essere sempre “felici“. Imporvi di provare dei sentimenti di contentezza quando vivete delle esperienze potenzialmente traumatiche potrebbe essere addirittura dannoso. Provate invece a sintonizzarvi sull’intera gamma di emozioni suscitate dalla vostra vita, accettando quelle negative così come quelle positive: entrambe fanno parte della vostra esperienza umana. Cercare di reprimere un certo tipo di emozioni vi può indurre un notevole stress emotivo.

Evitare di focalizzarvi su un solo tipo di emozione, accogliendole tutte in modo paritario, può aiutarvi a migliorare le vostre capacità di adattamento, rendendovi più pro-attivi nelle future situazioni inattese. Ciò aumenterà anche la vostra capacità di essere ottimisti, nonché quella di affrontare efficacemente le situazioni di incertezza.

Con il passare del tempo i vostri sentimenti negativi possono diventare una vera e propria reazione incondizionata. Evitate di biasimarvi per le emozioni e le associazioni negative. Dato che non vi aiuta in alcun modo a crescere, sentirvi in colpa è completamente inutile; quando vi biasimate per le vostre azioni, rimanete focalizzati esclusivamente sul passato.

La cosa migliore che potete fare è sforzarvi di accorgervi quando si presentano tali emozioni negative. Tenere un diario potrebbe rivelarsi molto utile: registrate tutte le occasioni in cui sperimenti dei pensieri o dei sentimenti negativi, quindi esaminatele da vicino. L’obiettivo è capire in quali altri modi potreste reagire a quegli stessi eventi.

Rileggete le vostre parole per analizzare ciò che avete scritto. Ritenete che la vostra reazione sia stata conforme ai vostri valori e al tipo di persona che volete essere? Se così non fosse, pensate a come avreste potuto reagire diversamente, cercando di capire da che cosa potrebbe derivare quella reazione. Forse non eravate realmente arrabbiati con quella persona, magari avevate semplicemente avuto una giornata molto stressante al lavoro e tornando a casa avete permesso che lo stress esplodesse contro quella persona.

Cercate di capire cosa potete imparare dalle vostre esperienze: in che modo potete usarle per diventare delle persone migliori o per affrontare al meglio le sfide future.

La consapevolezza è una componente importante dell’ottimismo, poiché vi induce a concentrarvi sull’accettare le vostre emozioni nel momento stesso in cui le vivete, senza giudicarle. Spesso le vostre reazioni negative scaturiscono dal tentativo di lottare contro i vostri stessi sentimenti o dal lasciarvi trascinare dalle vostre emozioni, al punto di dimenticarvi che siete in grado di controllare il modo in cui reagite alle situazioni.

Spostare l’attenzione sul respiro, accettare il vostro corpo, le sue sensazioni, e imparare dalle vostre emozioni, anziché respingerle, potete aiutarvi a sentirvi maggiormente a vostro agio con voi stessi, elemento che può rivelarsi molto utile quando le emozioni negative vengono a galla.

Numerose ricerche hanno confermato che la pratica della meditazione consapevole è in grado di alleviare i sintomi provocati dall’ansia e dalla depressione, di fatto aiutandovi a riprogrammare il modo in cui il vostro corpo reagisce allo stress.

La pratica della meditazione consapevole consente di aumentare la concentrazione, ridurre lo stress e stimolare la vostra creatività. Imparare a meditare richiede tempo e diversi tentativi, ma non per forza serve un maestro. Prendendo esperienza potrete riuscire a incorporare le tecniche di meditazione consapevole anche nelle normali attività della vostra vita quotidiana, come mangiare, camminare o prendervi cura della vostra casa.

Potrebbe essere necessario un po’ di tempo per spostare l’attenzione delle vostre  preoccupazioni del giorno al momento presente. Se avete avuto una giornata pesante, potreste ritrovarvi a riflettere su quello che è accaduto o su ciò che potrebbe succedere in futuro. Potreste sentirvi turbati da diverse emozioni; in tal caso, non abbiate paura: è una cosa normale. Notate come la mente passa da un pensiero all’altro e lasciatela libera di vagare per qualche istante mentre cercate di calmarvi.

Durante la meditazione, ricordate a voi stessi che avete il potere di decidere su quali pensieri ed emozioni soffermarvi. Quando sopraggiunge una sensazione o una considerazione a cui non volete dedicare attenzione, scegliete semplicemente di non approfondirla e lasciatela andare.

Leggete questo articolo può farvi capire tanto L’importanza della Meditazione

Cercate di analizzare il vostro dialogo interno per scoprire se siete di indole ottimista o pessimista. Il continuo monologo che scorre nelle vostre teste è un ottimo indicatore dell’atteggiamento che avete verso la vita. Focalizzatevi sugli aspetti positivi della vostra vita. È importante continuamente orientare il vostro dialogo interno su tutto ciò che di buono c’è in voi stessi e nel mondo che vi circonda. Avere dei pensieri positivi è solo uno degli ingredienti necessari a essere realmente ottimisti.

Poi esiste una categoria a sé dell’essere ottimisti. L‘ottimismo cieco. L’ottimismo cieco vi induce a credere che non vi possa mai accadere niente di brutto, generando una sicurezza o un’ingenuità eccessive, che potrebbero mettervi in pericolo o farvi rimanere delusi. Il vero ottimismo non si limita a ignorare le difficoltà o a fingere che le esperienze e i sentimenti negativi non esistano. Essere ottimisti significa saper riconoscere le sfide sentendovi pronti ad affrontarle, questo significa!

Vi faccio un esempio, buttarsi con il paracadute.

Decidere di buttarsi con il paracadute senza aver mai preso neanche una lezione di paracadutismo o aver letto qualcosa sull’argomento perché si è convinti che andrà sicuramente tutto bene, significa mostrare un ottimismo cieco e pericoloso.

Il vero ottimista invece, si avvicinerebbe al paracadutismo consapevole che si tratta di uno sport veramente complesso, che richiede un’elevata preparazione e molte precauzioni di sicurezza. Anziché lasciarsi scoraggiare dalla mole di pratica richiesta, una persona ottimista deciderà di porsi un obiettivo, cioè “imparare a buttarsi col paracadute“, quindi inizierà a studiare e ad allenarsi, fiduciosa che c’è la farà.

Ritorniamo a parlare dell’ottimismo sano. Cominciate a fare delle affermazioni positive verso di voi. Del tipo: “Tutto è possibile”, “Le circostanze non mi rappresentano, sono io che creo la mia realtà” “Posso controllare è il mio atteggiamento verso la vita”, “C’è sempre una seconda scelta”.

Esistono delle tipologie di affermazioni orientate al futuro:
Per esempio iniziare con “Io posso“: Scrivete una dichiarazione affermando di poter raggiungere i vostri obiettivi. Per esempio, se desiderate vincere una gara, una dichiarazione come “Io posso vincere,” è un buon punto di partenza. Molti esperti raccomandano di evitare ogni sorta di connotazione negativa, preferendo una frase del questo tipo “Io posso vincere,” o “Io posso diventare un vincente.
Scrivete una dichiarazione affermando che oggi farete effettivamente uso delle vostre capacità di raggiungere i vostri obiettivi. L’affermazione dovrà usare un linguaggio positivo ed esprimere in modo semplice cosa farete oggi per raggiungere i vostri obiettivi a lungo termine.

Abbinate alcune delle vostre caratteristiche positive ai vostri obiettivi.  Per esempio, se volete guadagnare certe cifre, per esempio, avrete bisogno della vostra forza di volontà e del vostro coraggio, così come potreste far leva sul voler mantenere la vostra concentrazione nell’accumulare denaro. Selezionate due auto affermazioni per supportare quelle orientate ai vostri obiettivi.

Decidete di trascrivere due volte al giorno le vostre affermazioni in un’agenda, o in un diario, al vostro risveglio e prima di andare a dormire. Mentre lo fate, ripetete a voi stessi le affermazioni. Le vostre affermazioni dovrebbero essere la prima cosa a cui pensate al mattino e l’ultima cosa a cui pensate prima di dormire.

Meditate sulle vostre affermazioni. Chiudete gli occhi, escludendo il resto del mondo, e pensate alle vostre affermazioni. Ripetete le parole mentre riflettete sul significato che hanno per voi; pensate al futuro e provate a sentire le emozioni che le affermazioni vi evocano.

Un altro aspetto molto potente e il mostrare gratitudine nella vita quotidiana. Può essere un ottimo modo per uscire dalle insidie dei paragoni negativi. Ringraziate le persone che vi sono care, potete farlo di persona o scrivendo loro delle lettere. Spostare l’attenzione sugli aspetti positivi della vostra vita può aumentare notevolmente il vostro livello di felicità e benessere.

Un “diario della gratitudine” può rivelarsi uno strumento prezioso. Grazie ad alcune ricerche è stato scoperto che coloro che ogni settimana scrivono alcune righe per raccontare ciò che recentemente li ha fatti sentire grati tendono a sentirsi più ottimisti e soddisfatti delle proprie vite. Fatelo!

Diretema dai devo proprio fare queste cose?“… DIPENDE QUANTO VOLETE CAMBIARE!

Rispondi