Chi ha Paura dei Fantasmi?

 

Ormai si sta diffondendo sempre più questa teoria. Tra video, testimoniane e foto, ormai si è creato un vero e proprio boom quasi mediatico. E ne voglio riparlare.

Molte persone hanno paura parlare di paranormale. In questo caso di fantasmi. La verità è che non c’è nessuna vera ragione per essere spaventati. Anche se la paura può far sembrare tutto reale, è importante analizzare meglio ciò che vi intimorisce per ritrovare il controllo.

Indebolendo le vostre inquietudini, imparando a sentirvi più al sicuro nel vostro ambiente abituale e mettendo in dubbio il mondo che vi circonda, riuscirete a smettere di avere paura dei fantasmi. Godendo finalmente la vostra vita nel momento presente.

La prima cosa è affrontare le vostre paure.

Se avete paura dei fantasmi e credete che ce ne sia uno in casa vostra, la reazione più naturale potrebbe essere quella di scappare. Forse non sapete, però, che gli scienziati hanno scoperto che l’unico risultato che si ottiene fuggendo di fronte alle proprie paure è quello di diventare ancora più ansiosi. Rischiando di reagire in modo ancora più spaventato. Anziché correre chissà dove trova il coraggio di affrontare ciò che ti spaventa.

Combattete la paura con l’umorismo. Soprattutto nei momenti di tensione, il senso dell’umorismo può aiutarvi a sdrammatizzare e a riprendere il controllo di voi stessi. Potete usare questa tecnica in qualunque situazione, incluso quando avete paura dei fantasmi e magari di altri fenomeni paranormali. 

Mettete in dubbio l’esistenza dei fantasmi. Dopo aver minato le basi delle vostre paure immaginandoli come creature per niente minacciose, è ora di compiere un altro passo verso smettere di credere nella loro esistenza.  Ciò che dovete fare è mettere in discussione le vostre credenze e quello che pensate di sapere in merito al mondo dei fantasmi. In alcuni casi l’ansia può essere troppa per riuscire a gestirla da soli.

Se la paura dei fantasmi o dei fenomeni paranormali sta condizionando negativamente la vostra vita quotidiana e avete difficoltà a liberarvi di queste paure, potete valutare di chiedere aiuto a uno psicoterapeuta. 

Potreste essere un appassionati di film dell’orrore, ma se siete spaventati dai fantasmi è meglio evitare questo genere di programmi. Guardare i film che raccontano dell’esistenza di fantasmi e altri fenomeni paranormali non farà che nutrire attivamente la vostra immaginazione, dandovi un maggior numero di cose di cui preoccuparvi.

La paura dei fantasmi e di altri fenomeni paranormali possono anche collegati all’ansia. Quando vi sentite ansiosi, vi può essere utile mettere in pratica un rituale personale che vi aiuti a calmare la mente e a rilassare il vostro corpo. Un po di meditazione all’aria aperta. Passare un Po di tempo difronte a un bel panorama rimanendo un Po in silenzio.

Mettere in atto ogni giorno gli stessi gesti rilassanti vi aiuta a sapere cosa vi aspetta in ogni occasione, aumentando le probabilità di ridurre i sentimenti di ansia.

Un altro modo per combattere l’ansia e quello nel migliorare l’immagine che avete di voi stessi. Potreste pensare che questo tema non sia direttamente collegato alla vostra paura dei fantasmi, ma la verità è che alcuni studi hanno dimostrato che sviluppare la propria autostima consente di gestire benissimo l’ansia e i disturbi collegati, inclusa l’inquietudine del paranormale. 

Riconoscete i vostri punti di forza e i vostri successi. Identificando le vostre abilità e i vostri traguardi passati, potete iniziare a sentirvi più forti e sicuro di voi stessi.

Permettetevi di godere delle vostre conquiste. Trasformate i vostri successi in auto-affermazioni potenzianti. Per esempio, se siete fieri di come avete giocato una partita di calcio, incitatevi a pensare che siete realmente ottimi giocatori nonché un membro prezioso per chi gioca in squadra con te.

Un altro modo per sviluppare la vostra autostima e rassicurare voi stessi consiste nel ripetervi che siete capaci di affrontare qualunque cosa, anche l’ignoto.

Ogni sera, dovreste ricordare a voi stessi che siete al riparo da ogni pericolo. Probabilmente, la vostra paura dei fantasmi è connessa al fatto di essere da soli, di trovarvi al buio o, in alcuni casi, all’eventualità di poter morire. Confermando a voi stessi che siete al sicuro, potete riuscire a contrastare alcune delle preoccupazioni che si sviluppano nei momenti stressanti.

Ricordate che i fantasmi non esistono realmente. Anche se siete convinti del contrario, non dimenticate che sono esseri immateriali, privi di un corpo fisico. Per questa ragione non c’è alcuna possibilità (sempre che esistano veramente) che possano fare del male a voi o a chiunque altro.

Quasi sicuramente, i vostri timori sono legati a dei traumi nascosti e profondi che non siete riusciti a elaborare pienamente. Fare un lavoro interiore vi aiuterà a sentirvi maggiormente al sicuro e a sconfiggere la paura dei fantasmi.

Certe ricerche hanno evidenziato che anche i più scettici tendono a considerare la possibilità che esista un mondo soprannaturale se sono convinti di essere coinvolti in prima persona. Anche in qualità di scettici, riflettendo sul mondo dei fenomeni paranormali per cercare di dare una spiegazione ai fantasmi, finirete per esserne condizionati e per credere di avere assistito a qualcosa di soprannaturale.

Resistite alla tentazione di compiere dei rituali superstiziosi, come fare il segno della croce, incrociare le dita, toccare ferro, e altro.

La maggior parte di voi che pensate di aver visto o udito un fantasma si trovava in un luogo piuttosto monotono e assai poco stimolante. Il vostro cervello è alla costante ricerca di schemi ed è capace di individuare pressoché ogni cambiamento improvviso che li riguardi. Quando registrate un’incoerenza a cui non siete in grado di dare una spiegazione, presumete che si sia trattato di un fantasma o di qualche altro fenomeno ultraterreno. Generalmente, c’è una spiegazione logica per tutto quello che vi succede in qualsiasi momento. Solo perché non riuscite a individuarla o a comprenderla, non significa che si tratti di un fantasma.

Infine, accettate l’esistenza delle coincidenze create da i vostri pensieri. Le coincidenze capitano continuamente e spesso avvolte vi sembrano davvero difficili da spiegare. Ciononostante, il solo fatto che non riuscite a dare una spiegazione logica a qualcosa non la trasforma necessariamente in un fenomeno paranormale o soprannaturale.

Ricordate che il fato, la fortuna o gli interventi soprannaturali non esistono realmente. Ciò che succede nelle vostre vite è determinato da quello che pensate, e non dai fantasmi. Resistete alla tentazione di classificare o etichettare in anticipo ogni situazione o persona. Aspettate di vivere un’esperienza prima di decidere se è buona o cattiva e riflettete sul modo in cui si presentano le opportunità.

Rispondi