Tributo a Thomas Edison

COMMEMORAZIONE DELLA SUA MORTE IL 18 OTTOBRE 1931.

 

81 ANNI FA, SI SPEGNEVA UNO DEI PIÙ GRANDI UOMINI MIA VISSUTI CHE CAMBIO’ IL NOSTRO MONDO. UN ILLUMINATO. UN VISIONARIO. PARLIAMO DI LUI:

THOMAS EDISON

 

Thomas Alva Edison, nasce a Milan un comune degli Stati Uniti nella contea dello stato del Ohio nel 11 Febbraio 1847, da Samuel Ogden Edison Jr. e Nancy Matthews Elliott, e crebbe a Port Huron. Ultimo di sette fratelli, parzialmente sordo fin dall’adolescenza, si ritirò presto dalla scuola frequentandola fino a 10 anni per iniziare a lavorare e aiutare la famiglia.

E’ stato un inventore e imprenditore statunitense. Fu il primo imprenditore che seppe applicare i principi della produzione di massa al processo dell’invenzione. Era considerato uno dei più prolifici progettisti del suo tempo, avendo ottenuto il record di 1.093 brevetti registrati a suo nome, in tutto il mondo, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania.

Lavorò per un periodo vendendo giornali e dolciumi sui treni, nella macellazione di suini e iniziando un’attività come venditore di frutta e verdura. A soli 13 anni cominciò a lavorare come operatore telegrafico, stampò e distribuì il The Weekly Herald, il primo periodico composto e stampato su un treno. Addirittura il quotidiano The Times pubblicò un articolo su Edison e il suo giornale.

Risultati immagini per thomas edison da bambino

A 21 anni Edison fece domanda per il suo primo brevetto, un registratore di voto elettrico. La sua carriera d’inventore proseguì quindi nel New Jersey con il tasto telegrafico a ripetizione e migliorando apparecchiature telefoniche, ma l’invenzione che per prima gli fece guadagnare una grande fama fu il fonografo del 1877, all’età di 30 anni, primo apparecchio capace di registrare e riprodurre suoni.

La maggior parte delle invenzioni diedero fama a Edison di inventore, benché egli, nella maggior parte dei casi, si limitasse a sovrintendere alle operazioni dei suoi impiegati. Oltre a ciò, va precisato che avendo una notevole disponibilità economica, acquistava da altri inventori scoperte affini a quelle da lui già create, come alcune modifiche al suo fonografo, che poi, opportunamente perfezionate o riadattate dai suoi collaboratori, venivano successivamente brevettate a suo nome.

Nel 1879, a 32 anni, Edison e i suoi collaboratori raggiunsero l’obiettivo di rendere un prodotto commercializzabile. Mentre i primi inventori avevano prodotto l’illuminazione elettrica in laboratorio, Edison fu in grado di portarla nelle case e negli uffici, con una produzione di massa di lampade a lunga durata e ideando un sistema per la generazione e distribuzione dell’elettricità.

 

Nel 1878, diede il nome di “filamento” al filo che diventa incandescente al passaggio della corrente elettrica. Nello stesso anno creò a New York la Edison Electric Light Company, con un adeguato sostegno finanziario al quale contribuirono anche il banchiere J. P. Morgan,  nel 31 Dicembre 1879 inaugurò in l’illuminazione a incandescenza. Il 27 Gennaio 1880 registrò negli Stati Uniti il suo brevetto per la lampada elettrica a incandescenza.

Risultati immagini per thomas edison lampadina

Il 4 Settembre 1882 Edison attivò il primo sistema di distribuzione dell’energia al mondo, fornendo 110 volt in corrente continua. Sempre nel 1882 Edison creò la prima centrale elettrica trasformando in elettricità l’energia creata dalle cascate del Niagara. Centrali di questo tipo aiutarono notevolmente a rispondere al fabbisogno energetico di paesi poveri di carbone, come l’Italia, dove queste centrali si svilupparono in Piemonte e in seguito in Lombardia.

Edison fu una mente brillante in quasi tutti i campi: nei suoi diari sono state rinvenute idee e annotazioni riguardanti molteplici campi dello scibile umano, dalla filosofia alla storia; non stupisce dunque che l’inventore avesse maturato idee originali anche in campo economico. I suoi due apporti fondamentali furono rispettivamente nel campo della regolamentazione e in campo monetario.

Risultati immagini per nikola tesla Nikola Tesla, a proposito del metodo di Edison nella risoluzione dei problemi diceva: “se Edison deve cercare un ago in un pagliaio procede con la diligenza dell’ape nell’esaminare paglia per paglia, fino a quando trova l’oggetto della sua ricerca. Ero testimone dispiaciuto di tale comportamento, sapendo che un po’ di teoria e di calcoli avrebbero evitato il novanta per cento del suo lavoro”.

Nel 1891 Thomas Edison costruì il “cinetoscopio”: attraverso un piccolo foro nell’apparecchio, delle dimensioni di un armadio, era possibile vedere, al costo di un penny, un breve filmato, come altre curiosità presenti nelle “sale giochi” di allora. Questo era importante per Edison perché cercava un modo per intrattenere la gente che stava ascoltando la musica del suo fonografo. Ora la gente per pochi spiccioli metteva la cuffia, ascoltava la musica e vedeva il filmato.

Risultati immagini per edison 1892

Più tardi, lo stesso anno, il 29 Dicembre Edison brevettava la radio (“trasmissione elettrica di segnali“). Il 9 Agosto 1892 ricevette il brevetto per il telegrafo bidirezionale.

CHE DIRE!! UN GENIO ASSOLUTO!! INTUITO. TRASPIRAZIONE. ISPIRAZIONE. CREATIVITÀ’. CON QUESTE QUALITÀ CAMBIO IL NOSTRO MONDO!!

 Nel 1930, Edison vinse il Premio Oscar alla Carriera (Premio Onorario).

 

Edison morì nella sua casa di West Orange (New Jersey) il 18 OTTOBRE 1931 a causa del diabete; la sua tomba oggi è locata nel Edison National Historic Site a West Orange, New Jersey.

Immagine correlata

La rivista statunitense Life, in un’edizione speciale doppia, mise Edison al primo posto tra le “100 persone più importanti negli ultimi 1000 anni“, evidenziando che la sua lampada a incandescenza “illumina il mondo”. Sebbene Heinrich Göbel l’avesse preceduto, con meno successo, con una sua versione della lampada a incandescenza, fu Edison che rese possibile l’era moderna commercializzando e diffondendo la sua invenzione.

Immagine correlata

 

Ecco a voi le sue più belle citazioni:

 

“Il dottore del futuro non darà medicine, ma invece motiverà i suoi pazienti ad avere cura del proprio corpo, alla dieta, ed alla causa e prevenzione della malattia.”

 

 

“La non violenza conduce all’etica più alta, che è l’obiettivo di tutta l’evoluzione. Fino a che non smetteremo di fare del male agli altri esseri viventi, saremo sempre dei selvaggi.”

 

 

“Molti fallimenti nella vita si segnalano da parte di quegli uomini che non realizzano quanto siano vicini al successo nel momento in cui decidono di arrendersi.”

 

 

“Solo perché una cosa non fa ciò che tu ti aspetti, non significa che sia inutile.”

 

 

“Non mi scoraggio perché ogni tentativo sbagliato scartato è un altro passo avanti.”

 

 

“Se facessimo veramente tutto ciò che siamo capaci di fare rimarremmo letteralmente sbalorditi.”

 

 

“Ciò che la mente di un uomo può creare, il carattere di un uomo può controllare.”

 

 

“Ciò che sei si manifesta in ciò che fai.”

 

 

BUON CAMBIAMENTO!

UN ABBRACCIO

BENITO DI SALVO

Rispondi