Combattete la Pigrizia

 

La voglia di non fare nulla, quando in realtà siete sommersi dagli impegni, è considerata un segno di debolezza o di immaturità. A volte vi sentite pigri quando non volete affrontare qualcosa, come un incarico noioso o un confronto con qualcuno, a volte perché le vostre incombenze sono talmente grandi che sentite il bisogno di avere un vero e proprio team per portarle a termine. Altre volte invece, siete semplicemente svogliati. Si tratta sempre di un tratto non proprio gradevole del vostro carattere.

Cercate di capire il vero problema. Ogni volta che cominciate a sentirvi svogliati, fermatevi a riflettere su che cosa sta succedendo. La pigrizia è un sintomo e non il problema in sé.

Qual è la causa della vostra mancanza di motivazione? Siete stanchi, sopraffatti, avete paura, state male o siete semplicemente privi di stimoli e bloccati?

Molto probabilmente potreste accorgervi che la problematica latente è un’inezia facilmente superabile.
Qualunque sia il motivo che vi sta trattenendo, fate del vostro meglio per farlo emergere. Nella maggior parte dei casi sarà un singolo dettaglio o problema specifico. Trovare la causa è l’unico modo possibile per affrontarlo. Una volta individuato, potrete gestirlo in modo efficace.

pigrizia

Focalizzatevi sul problema reale. Ora che state pensando alla causa della vostra pigrizia, iniziate concentrandovi su di essa. Potrebbe non essere la soluzione rapida che stavate cercando, ma sarà permanente. Tenete presente che:

  • Se siete stanchi, iniziate a dedicare qualche momento al relax. Tutti abbiamo bisogno di riposare. Se il vostro programma di impegni non ve lo permette, potrebbe essere necessario fare qualche sacrificio. Ma il risultato sarà sempre migliore. 

Se vi sentite sopraffatti, fermatevi un momento. Come potete semplificare ciò che avete di fronte? Potete analizzarlo in sezioni e renderlo più piccolo? Potete fare una lista di priorità e affrontarle una alla volta? 

Se avete paura, chiedetevi il motivo. Ovviamente c’è qualcosa che vorreste fare. Avete paura che il vostro potenziale non sia sufficiente? O raggiungere finalmente i vostri obiettivi e non esserne soddisfatti?

Se state male, forse l’unica risposta è il tempo. Dolori, tristezze, tutte queste emozioni negative non andranno via su richiesta. Le vostre ferite hanno bisogno di tempo per guarire. Mettervi meno pressione per fermare la sofferenza può essere il catalizzatore per il cambiamento che cercate.

Se siete privi d’ispirazione, che cosa può cambiare la tua routine? Come potete rinnovare la vostra vita di tutti i giorni? Pensate in termini sensoriali. Musica, cibo, luoghi, suoni, ecc.

prigrizia

Imparate a essere più organizzati. Essere circondati dal disordine anche quando è solo visivo, può rappresentare un handicap enorme per le vostre capacità motivazionali. Qualunque cosa voi possiate fare per mettere ordine, attivatevi. Che sia la vostra scrivania, auto, tutta la vostra casa o le vostra abitudini, fate pulizia.
Succedono molte cose nel vostro subconscio di cui non vi rendete conto. Che si tratti di brutte combinazione di colori o di poca luce nella stanza o di una mancanza di equilibrio in qualche modo o forma, sappiate che da qualche parte c’è qualcosa che crea un fastidio. Sbarazzatevi di quel piccolo ma potente deterrente, diventando più ordinati.

Monitorate il vostro dialogo interiore. A volte i delle azioni causano pensieri e a volte i pensieri provocano azioni. Affrontate tutte le eventualità e sbarazzatevi del dialogo interno negativo. Pensare “niente non mi passerà mai la pigrizia” non vi porta da nessuna parte. Quindi smettetela. Solo voi avete il controllo di quel film proiettato interiormente.
Ogni volta che vi ritrovate a non essere all’altezza, ruotate la questione al positivo. “oggi la giornata è andata lentamente, vediamo cosa posso inventarmi per ravvivarla”. Sarete sorpresi di quanto l’ondata di positività mentale potrebbe effettivamente cambiare il vostro atteggiamento.

Praticate la consapevolezza. Molti di voi non si prendono il tempo di fermarsi a odorare i fiori. Mangiate in fretta un pasto eccezionale solo per arrivare al dolce, solo per arrivare al vino, solo per arrivare a letto con uno stomaco bello pieno. Pensate sempre al prossimo grande evento, invece di vivere in questo meraviglioso momento che è proprio adesso. Quando cominciate a vivere il momento, riuscite a trarne vantaggio.
La prossima volta che vi ritrovate a pensare al passato o al futuro, riportate voi stessi al presente. Che si tratti della scena intorno a voi, il cibo sulla forchetta o la musica nelle vostre orecchie, lasciate che vi mostri quanto è bello essere al mondo e vivere. A volte fermandovi e rallentando potete ottenere l’energia per approfittare di ciò che avete a vostra disposizione.

leone-pigro-pigrizia

Pensate ai benefici. Va bene, siete quindi riusciti a vivere sul presente. Ora concentratevi su un presente migliore. Che cosa succederebbe se approfittaste di questo momento? Che cosa accadrebbe se, invece di sprecare la mattina a letto, vi alzate a fare una bella corsa, a finire il vostro lavoro o a prepararvi una bella colazione? Che cosa succederebbe se lo faceste praticamente ogni giorno per i prossimi sei mesi? 
Sarebbe meraviglioso vero? Ecco! Lasciate che queste idee positive sostituiscano la vostra fila di pensieri. E rendetevi conto che, una volta riusciti a farne un’abitudine, tutto vi diventerà molto più facile.

Saltate giù dal letto. Pensate che startene distesi a godersi il calore delle coperte possa rendervi più attivo in seguito? Accade l’opposto. Siete effettivamente più stanchi tutto il giorno. E allora saltate fuori dal letto! La vostra mente seguirà i colpi che le darà il corpo. Se saltate fuori dal letto, dovete essere pronti e impazienti di andare e affrontare il vostro nuovo giorno.
Saltate letteralmente, se riuscite ad averne il coraggio. Fate circolare il vostro sangue. Potrebbe essere l’ultima cosa che volete fare, ma, se riuscite a farlo, sarete molto più attivi dopo.

Impostatevi alcuni obiettivi realizzabili. Decidendo da soli alcuni obiettivi sostanziosi e raggiungibili, avrete qualcosa per guardare al futuro. Stabilitevi obiettivi raggiungibili e che v’ispirino veramente, permettendovi di mettere in gioco i vostri talenti e le vostre abilità. Stabilite una lista di cose da fare, grandi e piccole, e date a ciascuna delle priorità in base al tempo necessario e all’importanza che hanno per voi.
Per esempio, può risultare utile tenere un diario personale per le vostre attività quotidiane, con una traccia di che cosa esattamente potete avervi aiutato oppure ostacolato in merito al raggiungimento del vostro obiettivo come parte della vostra pratica per la crescita personale.

donna-corre
Prendete in considerazione l’acquisto di una lavagnetta per annotare tutti i vostri obiettivi e sogni. Siate creativi e usate immagini, articoli di riviste, ecc. Una tale bacheca può essere utilizzata per mappare completamente i vostri sogni. Ogni giorno, al risveglio, guardate la lavagnetta e concentratevi su dove volete essere. Ciò vi fornirà un ispirato inizio di giornata e vi spingerà verso i vostri sogni.

Fate un elenco dei desideri, degli scopi e delle motivazioni che volete raggiungere! Mantenere gli obiettivi impressi davanti alla vostra mente richiede una totale concentrazione su di essi, e un elenco vi mantiene totalmente motivati.

Ripetete a voi stessi che potete fare qualcosa. L’azione vi cambia tutto. In un certo momento siete passivi e bloccati, in un altro state scavando e cambiando le cose semplicemente perché vi siete messi in movimento, avete deciso qualcosa. Non siete definiti da ciò che è successo prima: siete sempre in grado di reinventare voi stessi e fare in modo che il cambiamento abbia luogo. Dovete solo pensarlo e crederci.
Se in effetti vi sentite bloccati, provate a darvi una mossa facendo il compito e ripetendovi “anche se avevo vecchie abitudini, adesso è arrivata l’ora di avanzare!“. Usate i verbi al presente indicativo, nessun condizionale, futuro o passato dovrebbe esser parte delle vostre affermazioni che indicano un’azione. E sicuramente nessuna dichiarazione del tipo “se…”: questo vale solo per le persone che non vogliono essere davvero soddisfatte della loro vita.

Calatevi nel personaggio. A volte manca semplicemente la motivazione per vivere. Diventate compiacenti nel vostro lavoro, nella vostra situazione di vita, nei vostri rapporti e in qualche modo deteriorate nel vostro piccolo mondo, sapendo che dovrete impegnarvi più intensamente a espandere i vostri orizzonti. Il modo più semplice per avviare quel percorso di cambiamento? Vestirsi in modo diverso.
Sembra una sciocchezza, ma il modo di vestire cambia notevolmente la tua prospettiva. Anche se fai un lavoro manuale, dopo il lavoro cerca di indossare vestiti un po più eleganti o più da una persona di successo. Questo piccolo aspetto può notevolmente cambiare la vostra mentalità e diventare sempre più attivi.

C_4_articolo_2122623_upiImagepp

Iniziate. Vincere l’attrito iniziale da cui siete affetti per natura quando dovete affrontare delle situazioni difficili allevierà la sofferenza che avrete. Affrontate le difficoltà un passo alla volta. Questo creerà il momento necessario per riuscire a superarle e vi darà la sicurezza per esserne meno intimiditi e restare motivati.
Aspettarsi la vita sia sempre semplice non è realistico: la vita è spesso difficile e, a volte, difficilissima. Ma la vita è anche meravigliosa, sorprendente, emozionante e piena di speranza. La pigrizia vi allontana dalle possibilità e vi fa incamminare sul viale dell’autodistruzione. Migliorando la vostra attitudine verso le difficoltà quotidiane e imparando a tollerare le cose che hanno un determinato impatto su di voi, vi permetterà di aumentare la vostra resilienza e di diventare più costruttivi. Ogni volta che qualcosa sembra insuperabile, arduo e indesiderabile, date semplicemente l’avvio. Non discutete, non cercate scuse, non combattetelo: affrontatelo semplicemente un piccolo passo alla volta.
Per aiutarvi a restare motivati, provate a usare la regola dei 5 secondi. Quando lo stress comincia a farsi sentire e vi viene voglia di rimandare, datevi 5 secondi prima di cominciare qualcosa. Questo metodo vi aiuterà a razionalizzare quei pensieri e a continuare imperterriti.

Non abbiate fretta. È importante affrontare le cose un passo alla volta. Più le cose sono piccole, più sembrano fattibili. Suddividere l’obiettivo in vari passaggi vi permetterà di sconfiggere la pigrizia e la paura di non farcela. Il fardello mentale non vi sembrerà più così grande. Spesso la pigrizia ha a che fare con il sentirvi sopraffatti da tutto e con la rinuncia, perché l’ostacolo mentale che hai di fronte vi sembra troppo grande. La risposta è aver fiducia nel potere delle piccole cose.
Questo non significa che voi non dovete occuparvi di più cose: certo che potete, e la varietà è importante per mantenervi interessato. Quello che significa, è che è necessario concentrarsi su una sola attività alla volta, facendo una pausa tra un impegno e l’altro invece di cercare di fare tutto insieme. Tra un’attività e l’altra, individuate dei chiari momenti d’interruzione in modo da sapere con facilità da dove ripartire quando la riprendete.

gruppo-puzzle-600x330

In effetti, la gente che tende a lamentarsi di non avere tempo, è perchè lo distribuisce inefficacemente, e in modo sbagliatissimo. Il cervello umano lavora male se è costantemente sotto pressione. Liberatevi da questo cappio facendo con criterio quello che è importante per voi, senza sentirvi in colpa.

Mantenetevi motivati con frasi positive e ripetendovi che potete farcela. Dovete dire queste cose ad alta voce. Vi sentirete motivati dando voce alle vostre azioni.
Dedicatevi un mantra o un affermazione di rinforzo e recitatelo regolarmente durante la vostra giornata. Visualizzate il raggiungimento della meta e anticipate il senso di soddisfazione che proverete.

Siate realistici con voi stessi. Sedetevi sul divano solo quando arriva il momento di fare una pausa. Anche quanto vi fermate, decidete quando ritornare al lavoro o dedicarvi ad altre attività, come la lettura di un libro, scrivere a un amico, ecc. L’autodisciplina richiede di fare qualcosa quando dovreste, che voi ne abbiate voglia o meno. Non importa quanto presto inizia il vostro allenamento: questa rimane la lezione più difficile da padroneggiare. Sviluppate un sano equilibrio tra indulgenza e severità con voi stessi e date priorità al dovere rispetto al piacere. Nuocete a voi stessi se guardate la TV per due ore dopo soli 10 minuti di lavoro. Resistete. Vi sentirete meglio nel lungo percorso.

donna-sedentaria-sedentarieta-1

Complimentatevi con voi stessi per ogni passo che compite. Prima di stupirvi della possibile arroganza di questo processo, ricordate che non è una festa delle vanità: si tratta di mantenere alta la vostra motivazione. Ogni volta che fate un passo in avanti, raggiungete un piccolo obiettivo, trovate dei modi per complimentarvi con voi stessi. Il completamento di un compito o di uno sforzo vi farà sentire straordinariamente bene ogni volta.
Festeggiate il raggiungimento ripetendovi che siete stati bravi. Dovrete dire a voi stessi qualcosa del tipo: “bravo, andiamo avanti cosi!“. I grandi successi sono una serie continua di tanti piccoli successi, comportatevi di conseguenza.

Ci saranno momenti in cui sarà più difficile e dopo la ricompensa vi potrete sentire un po’ fiacchi nel tornare al compito precedente. In tali periodi dovrete attingere alle vostre riserve interiori per ricordarvi di rimanere concentrati sull’obiettivo prefissato. Cercate di sentirvi come se fossi sulla scia del successo; quando siete in quello stato, usatelo per passare a un altro obiettivo appena avrete finito di gratificarvi.
Più a lungo rimandate la ripresa dopo aver portato a termine un elemento dei vostri obiettivi, più difficile diventerà ripartire. Ricordate le sensazioni dell’essere profondamente coinvolti nel terminare le cose e di quanto è bello realizzarle. E inoltre, prima ripartite, più fiduciosi vi sentirete e prima ripristinerete questi buoni sentimenti.

Non arrendetevi. Vi serve trovare la vostra motivazione, anche per andare avanti quando il gioco si fa duro, soprattutto a fronte di problemi. Rendetevi conto le interruzioni possono arrivare in qualsiasi momento, spesso per nessun motivo, e sconvolgeranno i vostri sforzi. Invece di lasciare che questi contrattempi influiscano negativamente sulla vostra motivazione, cercate di vederli per quello che sono e reagite di conseguenza. Rimanere concentrati sul superare le sfide è uno dei modi migliori per affrontare le difficoltà e tornare in carreggiata.
Ricordate a voi stessi quanto volete raggiungere il vostro obiettivo; cercate aiuto se vi serve; fate un bilancio di quello che avete già raggiunto e infine RIFIUTATEVI DI RINUNCIARE!

Mai-arrendersi-vivi-la-vita-che-desideri

 

 

BUON CAMBIAMENTO!

UN ABBRACCIO

BENITO DI SALVO

Rispondi