Tecnica Fondamentale per come Trattare le Persone

 

Novantanove volte su cento la gente non accetta le vostre critiche sul proprio modo di comportarsi, per quanto sbagliato possa essere. La critica è inutile perché ponete le persone sulla difensiva e le induce immediatamente a cercare una giustificazione. È pericolosa perché ferite l’orgoglio della gente, e li fa sentire impotenti e suscita risentimento in voi.

Con la critica non solo non riuscirete a correggere gli errori della gente, ma suscitate risentimento verso di voi.  Il risentimento per le critiche ricevute potete demoralizzare i vostri dipendenti, i vostri familiari, i vostri amici, senza contribuire in alcun modo a migliorare la vostra situazione.

abbracci

Noi essere umani siamo tutti uguali: allatto pratico, siamo sempre pronti a criticare gli altri, senza saper accettare le critiche che ci toccano da vicino. Convincetevi che la persona che cercate di correggere o di condannare farà di tutto per difendersi e ritorcere l’accusa.

Conoscete qualcuno che vorreste cambiare, rimettere sulla strada retta, migliorare? Bene, bella cosa. Ma perché non cominciate da voi stessi? Da un punto di vista squisitamente egoistico, dà molto più profitto che migliorare gli altri e fare anche meno danni.

Non lamentatevi della neve sul tetto del vicino, se non l’avete ancora spalata via dal vostro uscio,” diceva Confucio.

confucio

 

Se voi e io vogliamo suscitare un risentimento che può persistere per decenni e magari fino alla morte, avanti con le critiche!! Anche se del tutto ingiustificate. Trattando con la gente ricordatevi che avete a che fare con creature governate non dalla logica ma dalle passioni e sentimenti, impastate di pregiudizi e mosse dall’orgoglio e dalla vanità.

Tutti gli idioti sono capaci di condannare, criticare, recriminare;  la maggior parte lo fa. Ma dovete avere un carattere e autocontrollo per capire e perdonare.

Non condannare l’operato della gente, cercate piuttosto di capirla e comprenderla. Cercate di immaginare perché la gente si comporta in una certa maniera. È molto più utile e interessante che criticare, senza contare che genera simpatia, tolleranza e gentilezza.

“Chi tutto sa, tutto perdona.”

 

9ad436dc-7035-11e5-829b-485b3977183d

“Dio stesso, non giudica nessun uomo prima che sia arrivata la fine dei suoi giorni.”

Perché dovremmo essere più precipitosi noi?

Non criticate, non condannate, non recriminate.

 

BUON CAMBIAMENTO AMICI!

UN ABBRACCIO

BENITO DI SALVO

 

 

Rispondi