POTETE FARCELA! Michael Jordan

 

Michael Jeffrey Jordan, conosciuto anche con le sue iniziali, MJ, è un ex Campione di pallacanestro statunitense, oltreché principale azionista e presidente della squadra di pallacanestro degli Charlotte Hornets.

Michael Jeffrey Jordan nasce il 17 Febbraio 1963 nel quartiere di Brooklyn, a New York, dove i genitori, Deloris impiegata di banca, e James R. Jordan Sr, meccanico in una centrale elettrica, si erano appena trasferiti. Poco dopo la nascita di Michael, la famiglia si trasferisce nuovamente, questa volta a Wilmington, nella Carolina del Nord, dove il piccolo Michael cresce tra l’amore materno e l’ostilità del padre, che non perdeva occasione per schernirlo e per lamentarsi di lui; ostilità che, come dirà anni dopo lo stesso Michael, contribuirà ad alimentare la sua determinazione al miglioramento costante.

MichaelJordanBaby

Viene ricordato come un ragazzo molto estroverso e burlone ma pigro, non eccelle nello studio, ma  impegna tutte le sue energie nello sport, soprattutto baseball, football americano e pallacanestro, che inizia a conoscere all’età di 11 anni quando il padre costruisce un campetto nel giardino di casa.

E’ un ragazzino molto gracile, per cui, dopo due anni promettenti come lanciatore della squadra di baseball locale, anni in cui lascia intuire enormi potenzialità, la sua carriera si interrompe bruscamente a causa proprio della sua ridotta stazza fisica, che gli impedisce di lanciare con la dovuta forza ed energia. Jordan piuttosto deluso. Prova anche con la squadra locale di football americano, giocando in difesa, e rendendosi anche qui protagonista di diverse prestazioni di rilievo fino a quando un contrasto di gioco piuttosto violento gli causa la lussazione della spalla inducendolo, di nuovo, a cambiare altrove la sua attenzione.

Michael Jordan Collection

Si dedica, dunque, alla pallacanestro, ma anche qui c’è uno stop. Ma momentaneo!  Aveva un’altezza media piuttosto ridotta, per questo l’allenatore sceglie un altro giocatore per la prima squadra. Giocatore mediocre ma alto 201 cm, anziché Jordan, che seppur nettamente più forte, misurava all’epoca- solo 178 cm. All’inizio del suo quarto anno al liceo, Jordan è alto 190 cm; a quel punto non ci sono più ostacoli al suo ingresso in prima squadra.  Diventa, ben presto, leader dentro e fuori dal campo grazie alle sue capacità tecniche e alle sue doti caratteriali. 

Nonostante il nuovo status di star collegiale, durante l’estate si allena intensamente, e grazie alla crescita in altezza di ulteriori 5 centimetri, all’inizio della seconda stagione lascia sbigottiti compagni di squadra e tecnici per le sue migliorate condizioni fisiche e tecniche. E difatti la stagione 1982 è quella della sua definitiva consacrazione nella pallacanestro e in attacco viene considerato ormai da tutti come il più forte giocatore del college. Era il 1982.

nba-michael-jordan-1990-spotlight-action_a-G-10281948-0

Dieci anni dopo, vince:

10 volte miglior marcatore della NBA (record assoluto). 

Miglior marcatore della NBA per 7 stagioni consecutive

1 Campionato di College

2 Campionati NBA

2 Medaglie d’Oro nelle olimpiadi

Nel 1993, il padre fu assassinato da due criminali locali, lo uccisero e rubarono la sua Lexus, che gli era stata regalata proprio da Michael. Michael comunica alla Lega e al mondo la sofferta decisione di lasciare la pallacanestro.

19f5cdf281e1297c4badc7cc932ca8d3

“Ho perso ogni motivazione. Nel gioco del basket non ho più nulla da dimostrare: è il momento migliore per me per smettere. Ho vinto tutto quello che si poteva vincere. Tornare? Forse, ma ora penso alla famiglia.”

Insieme alla perdita degli stimoli, fu la morte del padre a incidere sulla difficile decisione presa da Michael. Suo padre era stato un grande appoggio per lui, che gli era profondamente affezionato, e lo aveva sempre incitato.

Iniziò la sua carriera con il baseball. L’amore del padre appena scomparso per questo sport, fu probabilmente la motivazione più forte che spinse Jordan a ritirarsi dalla pallacanestro per dedicarsi alla sua nuova carriera.  Ma i risultati non soddisfano l’orgoglio del campione, che dopo circa un anno e mezzo dichiara conclusa la sua carriera di giocatore di baseball.

È il 18 Marzo 1995 quando, alle 11:40, viene diramato un breve comunicato: Michael Jordan ha informato i Bulls di aver interrotto il suo volontario ritiro di 17 mesi. Esordirà domenica”. Bastano queste poche parole per scatenare un delirio tra i tifosi, non solo quelli di Chicago. Il giorno dopo, Michael Jordan si presenta a una conferenza stampa, ancora una volta superaffollata, con poche ma efficaci parole:“I’m back”.

Ritornò più forte di prima!!

hqdefault (1)

Vinse 4 Campionati NBA , e fu 4 volte consecutivamente miglior Giocatore.

Insomma, Michael Jordan è stato il giocatore di pallacanestro più grande di tutti tempi. Nel 1999 è stato nominato come “più grande atleta nord-americano del XX secolo” dal canale televisivo sportivo ESPN; scelto per il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame il 6 aprile 2009, vi è stato ufficialmente introdotto l’11 Settembre 2009. La fama acquisita sul campo lo ha reso un’icona dello sport, al punto da spingere la Nike a dedicargli una linea di scarpe da pallacanestro chiamata Air Jordan.

Il 22 Novembre del 2016 è stato insignito dal presidente USA Barack Obama della Presidential Medal of Freedom, la più alta onorificenza civile statunitense.

Qualche parola riguardo a Jordan. Se avete fatto caso, ha provato il baseball e il football, essendo un grande atleta padroneggiò bene. Ma in entrambi i casi, la vita gli stava rivolgendo la parola. Il suo potenziale era nella pallacanestro. L’universo lo sapeva. Dopo questi tentativi, Michael capì la sua strada. Con tanta determinazione, e forza di volontà, vinse tutto quello che si poteva vincere. Addirittura, quando riprovò l’esperienza nel baseball, andò nuovamente male. Tornando alla pallacanestro, ritornò più forte. Questo ci fa capire che, se la vita ci chiude le porte, non significa che dobbiamo smettere. Significa che il nostro Successo esiste, dobbiamo solo noi continuare a provarci e trovarlo. E quando lo troviamo, Cambia la nostra Vita. Ne sa qualcosa Michael Jordan!

Michael-Jordan-Quote-Wallpaper

 

Nella mia vita ho sbagliato più di 9000 tiri, ho perso quasi 300 partite, 26 volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.

 

Posso accettare la sconfitta, tutti falliscono in qualcosa. Ma non posso accettare di rinunciare a provarci.

 

Non ho mai badato alle conseguenze dello sbagliare un tiro importante. Perché? Perché, quando pensi alle conseguenze pensi sempre ad un risultato negativo.

 

Passo dopo passo. Non conosco altra maniera per raggiungere i successi.

 

Alcune persone vogliono che accada, alcune desiderano che accada, altri lo fanno accadere.

 

Devi aspettarti grandi cose da te stesso, prima ancora di farle.

 

So che la paura rappresenta un ostacolo per alcune persone, ma è un’illusione per me. Le sconfitte mi hanno sempre motivato per fare di più la volta successiva.

 

Mai dire mai, perché i limiti, come le paure, spesso sono solo un’illusione.

 

 

BUON CAMBIAMENTO AMICI!

 

UN ABBRACCIO

 

BENITO DI SALVO

Author: Benito Di Salvo

Io sono un Agente Immobiliare di professione. Amo quello che faccio. Sono passati ben 11 anni dal mio primo giorno in una agenzia immobiliare. Ho iniziato senza neanche sapere cosa stavo facendo. Dopo la scuola, come vecchie credenze programmate nella mia mente, si doveva andare a lavorare. Mi avevano inculcato le classiche credenze sul lavoro, sui soldi, sulla famiglia. “Non esistono lavori dove si usa la testa”, “Se non hai le mani sporche non stai lavorando”, queste erano l’espressioni delle persone che avevo intorno. Gli stessi che oggi mi chiedono consigli e consulenze personali. Questo per dirvi che “ non è importante cosa gli altri vedono in te, ma cosa TU, li porti a vedere”. Grazie a questi suggerimenti che ho imparato tramite grandi mentori, esperti sulla crescita personale, nella comunicazione, sul crescere finanziariamente, sono arrivato al punto che ognuno ha la capacità di decidere il livello di Successo che vuole ottenere. Seguendo queste ispirazioni, la mia consapevolezza è aumentata sempre di più. Oltre la mia professione, ho cominciato a occuparmi d’investimenti immobiliari. Investire sulle attività. Investire in borsa e sul trading. Iniziare Business Online. Adesso sono attratto da qualsiasi cosa che mi porti Successo.

2 thoughts on “POTETE FARCELA! Michael Jordan

Rispondi