Come Diventare Resilienti – Parte 3

 

Continuiamo l’argomento resilienti.

Cercate di sviluppare atteggiamenti positivi. I pensieri positivi suscitano la nascita di emozioni positive, aumentando di conseguenza la vostra resilienza complessiva. Non è facile mostrarvi positivi dopo esservi rotti un braccio in un incidente causato da un guidatore imprudente o quando siete stati rifiutati da qualcuno.

Vi trovate ad affrontare una situazione difficile, ma non significa che sia impossibile da superare. Ciò che vi permetterà di arrivare dove desiderate è proprio la vostra capacità di essere ottimisti e di considerare gli ostacoli come degli imprevisti isolati, no come un insuccesso futuro. Convincetevi dunque dell’importanza di avere un atteggiamento propositivo. Sarà la vostra stessa positività a consentirvi di cogliere maggiori opportunità, di individuare nuovi modi creativi per migliorare la vostra vita e di sentirvi  più appagati. Trovate un modo per troncare i pensieri negativi sul nascere. Ogni volta che vi accorgete di avere delle sensazioni o dei pensieri negativi, provate a formulare delle considerazioni positive che vi aiutano a contrastarli.

feel-free

Evitate il vittimismo. Anche quando le circostanze sembrano davvero orribili, c’è sempre la possibilità di guardare oltre e di andare avanti. Riflettete e cercate di raggiungere un risultato più positivo.

Una delle più importanti qualità di voi persone resilienti è la vostra capacità di gestire e accettare il cambiamento. Studi hanno evidenziato che, semplicemente cambiando la vostra prospettiva e iniziando a considerare delle sfide quelle che consideravate delle minacce, aumentano la vostra capacità di gestirle e superarle. Imparate ad adattarvi alle nuove situazioni, sia che si tratti di un cambio di casa o della nascita di un nuovo figlio, significa acquisire una capacità fondamentale che vi aiuterà a trovare nuove soluzioni creative ai problemi. Affronterete le avversità in uno stato di relativa calma e benessere.

Cercate di mantenere la mente aperta. Non giudicate le persone per il loro aspetto, per le loro credenze o per le loro azioni. Non solo avrete l’occasione di imparare qualcosa di nuovo, verrete anzi a conoscenza di molteplici nuove prospettive che vi aiuteranno a vedere il mondo in modo diverso quando vi troverete ad affrontare delle situazioni fuori dal comune.

nuova-prospettiva-1920x1080

Confidate che tutto andrà per il meglio, esattamente come deve andare, anche diversamente da come avevi immaginato. Chiedete alla vostra entità superiore (Universo o Dio) di aiutarvi ad accettare il cambiamento.

La ragione per cui avete difficoltà a diventare resilienti è data dalla vostra impreparazione di fronte ai problemi. Se riuscirete a sviluppare un metodo pratico con cui affrontare le vostre sfide, avrete maggiori probabilità di sentirvi preparati a superarle e di allontanare i sentimenti di inettitudine.  Mettete in azione i vostri piani. Valutate la vostra soluzione per analizzarne le probabilità di successo. Non abbiate paura di chiedere consiglio ad altri. Se i vostri piani non dovessero funzionare, considerate l’esperienza come un’occasione di apprendimento anziché come un fallimento.

Concentratevi sugli aspetti che potete controllare. Un’altra qualità di voi persone resilienti è la vostra capacità di imparare dagli errori fatti, considerandoli come opportunità di crescita e no fallimenti. Persone come voi, resilienti, trovano il tempo di riflettere sul proprio operato e sui propri sbagli per evitare altri errori futuri.

Uno dei motti che mi sono sempre portato dietro, e penso di portarmi sempre è:

“Quello che non mi uccide mi fortifica”.

 

Concentratevi su ciò che potete controllare. Le persone come voi sentono di avere il comando degli eventi, e si mostrano più resilienti davanti alle sfide, altri invece tendono a colpevolizzarsi davanti a ogni difficoltà, pensando che le vere cause degli imprevisti siano immutabili nonché imputabili alla propria persona e all’ingiustizia del mondo.

paure_sfide

Vi ricordate l’esperienza che vi ho raccontato tempo fa? Se non la ricordate eccola qua Morale giornaliera. Esperienza Personale

Concentratevi sulla possibilità che le cose non debbano necessariamente andare sempre cosi. Lasciate andare le cose che non potete controllare e provate ad adattarvi.

Per chi ha perso i precedenti articoli:

Come Diventare Resilienti – Parte 1

Come Diventare Resilienti – Parte 2

 

Buon Cambiamento Amici!

Un Abbraccio

Benito Di Salvo

Author: Benito Di Salvo

Io sono un Agente Immobiliare di professione. Amo quello che faccio. Sono passati ben 11 anni dal mio primo giorno in una agenzia immobiliare. Ho iniziato senza neanche sapere cosa stavo facendo. Dopo la scuola, come vecchie credenze programmate nella mia mente, si doveva andare a lavorare. Mi avevano inculcato le classiche credenze sul lavoro, sui soldi, sulla famiglia. “Non esistono lavori dove si usa la testa”, “Se non hai le mani sporche non stai lavorando”, queste erano l’espressioni delle persone che avevo intorno. Gli stessi che oggi mi chiedono consigli e consulenze personali. Questo per dirvi che “ non è importante cosa gli altri vedono in te, ma cosa TU, li porti a vedere”. Grazie a questi suggerimenti che ho imparato tramite grandi mentori, esperti sulla crescita personale, nella comunicazione, sul crescere finanziariamente, sono arrivato al punto che ognuno ha la capacità di decidere il livello di Successo che vuole ottenere. Seguendo queste ispirazioni, la mia consapevolezza è aumentata sempre di più. Oltre la mia professione, ho cominciato a occuparmi d’investimenti immobiliari. Investire sulle attività. Investire in borsa e sul trading. Iniziare Business Online. Adesso sono attratto da qualsiasi cosa che mi porti Successo.

1 thought on “Come Diventare Resilienti – Parte 3

Rispondi