Papa Francesco a Palermo

 

“Oggi abbiamo bisogno di uomini e di donne di amore, non di uomini e donne di onore; di servizio, non di sopraffazione; di camminare insieme, non di rincorrere il potere”

 

Queste sono state le parole di Papa Francesco ieri nella sua visita a Palermo (Sicilia).

“Sono contento di trovarmi in mezzo a voi. E’ bello il sole della Sicilia!”. Così Papa Francesco inizio il suo discorso durante l’incontro con i 100.000 fedeli riuniti.

E’ lezione di Don Pino Puglisi che da lo spunto a Papa Francesco per riaffermare con espressioni durissime la netta incompatibilità fra Vangelo e affiliazione criminale.

113042223-c47182df-7c14-4468-bdfe-39b2649345ab

“Non si può Credere in Dio e odiare i propri fratelli” continuo Papa Francesco.

Papa Francesco si e anche dilettato a pronunciare la parola “soldi” con dialetto siciliano “i picciuli”.

Altra affermazione è stata:

“non aspettare che la Chiesa faccia qualcosa per te, comincia tu. Non aspettare la società, inizia tu”.

Anche Papa Francesco sa benissimo che il Cambiamento inizia prima dentro di noi. E poi cambia il nostro esterno.

Dopo la messa Papa Francesco, a pranzato nella comunità Missione Speranza e Carità di Biagio Conte, con menù Olive condite, formaggio, pane, insalata di riso, cous cous, pollo panato, insalata e dolci preparati dalle suore.

papa_francesco_a_palermo_095012

Dopo pranzo ha fatto visita alla parrocchia San Gaetano, chiesa dove Pino Puglisi la guidò per tre anni, per poi essere assassinato dalla mafia.

Dopo una giornata, prima di arrivare all’aeroporto di Punta Raisi, si volle fermare davanti il monumento dedicato a Giovanni Falcone, giudice ucciso dalla mafia, per rendergli omaggio.

 

Buon Cambiamento!

Un Abbraccio

Benito Di Salvo

Rispondi